Archivi categoria: DOLCI

Riccio di frutta

Ciao a tutti ,

oggi vi voglio parlare di una ricetta , che mio marito ha riprodotto in maniera egregia.

MERINGA ALLA FRANCESE

Vi lascio la ricetta della meringa gia trattata nel mio blog a cui potete far riferimento.MERINGATA ALL’AMARETTO 

Con l’impasto montato effettuare sia un disco da 26/28 cm che dei ciuffetti di circa 3/4 cm e cuocerli in forno.

Una volta cotti, fare la crema pasticcera con la classica ricetta che trovate a questo link https://leperledidafne.com/2017/12/26/crostatine-di-frutta/

Tagliare la frutta a pezzetti e inserirla nella crema pasticcera, partire dalla base di meringa e rivestire l’anello con la crema pasticcera e frutta. Guarnire con le merighe e panna montata.

Consigli : se la torta viene fatta d’estate aggiungere nella panna la Pannafix in maniera di renderla più corposa evitando di farla smontare.

Spero che l’articolo vi possa essere piaciuto fatemi sapere con un commento se avete mai provato a fare questa delizia eh … alla prossima puntata con le perle di Dafne.

Frittelle di carnevale per tutti i gusti : Uvetta e Marsala / Crema pasticcerà

Ciao a tutti ,

il mese di febbraio è il mese del carnevale eh … non c’è carnevale senza frittelle ! Ho fatto due versioni una con l’uvetta e una con la crema pasticciera !

INGREDIENTI

Marsala 300gr;

Cinque quei grammi di sale;

200 g di burro;

280 g di farina bianca;

400 g di uova intere;

200 g di uvetta sultanina.

PROCEDIMENTO

Far bollire in un tegame di Marsala, il sale e il burro. Incorporare la farina precedentemente setacciata, e mescolare con energia per non formare grumi (io adopero cucchiaio di legno).

Quando la pasta comincerà a staccarsi dalle pareti del tegame, rimuoverla dal fuoco e trasferirla in una planetaria.

Aggiungere gradualmente le uova, versandone una piccola quantità solo quando quelle precedenti saranno servite. Quando la pasta sarà diventata liscia e morbida incorporare l’uvetta.

Formare delle palline tutte uguali , E incorporarle nella friggitrice. Cuocere le palline a circa 80° facendo in modo che siano belle sommerse dall’olio, fino ad ottenere un bel colore nocciola dorato.

Alla fine cospargere con dello zucchero a velo o vanigliato.

Una volta raffreddate se vi va, potete farcirle con la crema pasticciera.

Per la ricetta della crema pasticciera fate riferimento alla ricetta della Millefoglie pubblicata qui sul blog . MILLEFOGLIE : completamente a mano dalla base alla crema !

Vi assicuro che il risultato sarà sorprendete !! Buon Carnevale !

Spero che l’articolo vi possa essere piaciuto fatemi sapere con un commento se avete provato queste frittelle eh… alla prossima puntata con le perle di Dafne.

MILLEFOGLIE : completamente a mano dalla base alla crema !

Ciao a tutti

oggi vi voglio parlare della classica millefoglie fatta in casa. La ricetta che abbiamo sperimentato è quella del maestro Iginio Massari.

PER LA SFOGLIA

300 g di burro fresco;

150 g di farina bianca 00;

Preparare la pasta, amalgamare il burro appena estratto dal frigorifero con la farina nella planetaria. Fare attenzione a non lavorare troppo la pasta il composto dovrà risultare una massa burrosa, omogenea e ancora plastica.

Stendere la pasta col mattarello di forma rettangolare con uno spessore di circa 1 cm. Una volta effettuato il rettangolo chiudere le due estremità al centro e successivamente ripiegare ancora la pasta come un libro.

Riporre il panetto in frigorifero per un’ora coperto dalla pellicola e ripetere questa procedura per altre quattro volte, quattro giri, quattro strati.

Una volta effettuato il quattro giri dare alla sfoglia la forma desiderata e cuocere in forno per 14 minuti a 190° e per 3 minuti a 220°.

CREMA PASTICCERA ALLA FRANCESE

500 g di latte intero di alta qualità;

Un baccello di vaniglia bourbon Madagascar;

Una scorza grattugiata di limone;

120 g di tuorli;

125 g di zucchero semolato;

Amido di riso circa 40 g.

Far bollire in una casseruola il latte, i semi di vaniglia e la scorza grattugiata di limone.

In una bacinella a parte, mescolare con un frustino i tuorli, lo zucchero e l’amido di riso. Dopo l’ebollizione, filtrare il latte e incorporarlo bollente nella massa appena ottenuta. Cuocere il tutto a bagno maria in acqua già bollente. Non appena la crema si sarà formata rimuoverla dal fuoco.

Sovrapporre al primo strato di sfoglia cotto e caramellato uno strato di crema pasticciera alla francese. Ricoprire la base con un secondo strato di sfoglia caramellata, un successivo strato di crema pasticciera e l’ultimo strato di sfoglia.

Abbiamo provato fare questa millefoglie caramellata seguendo passo passo il libro di ricette di genio Massari “dolci del maestro”. Fare una millefoglie fatta in casa è estremamente dispendioso ma, il risultato è stato veramente ottimo.

PS: chi ha l’arte del dolce in casa è più mio marito che la sottoscritta ma, essere in due aiuta molto 🤗

Spero che l’articolo vi possa essere piaciuto eh…alla prossima puntata con le perle di Dafne.

Crostatine di frutta

Ciao ragazzi,

oggi nella mia rubrica di cucina vi voglio parlare di una ricetta, che a me personalmente mi è piaciuta un sacco, sia come gusto che nella lavorazione.

PASTA FROLLA

Per i cestini ho adoperato dei classici pirottini in silicone, i miei per la precisazione li ho acquistati all’Ikea e debbo ammettere che sono versatili.

La ricetta base della pasta frolla non ve la riscrivo basta che andate a vere la ricetta :occhi di bue bimby, vi lascio il link qua sotto.

Occhi di bue Bimby

img_1500

Una volta fatto la pasta frolla, procedo con il formare i cestini e li metto in forno per 15 minuti a 180° ( chiaramente questa è una cottura indicativa dovete controllarli ) . Una volta cotti li lascio raffreddare sempre all’interno dello stampo.

Intanto preparo la crema pasticcera…

CREMA PASTICCERA BIMBY

40 gr di farina;

125 gr di zucchero;

500 ml di latte interno;

4 tuorli di uovo;

1 scorza grattuggiata di limone.

Procedimento:

Ho messo la scorza del limone e lo zucchero nel boccale  e ho impostato 4 secondi a velocità turbo.

Aggiungere poi i restanti ingredienti a 70° per 8 minuti a velocità 3.

Una volta che gli stampini con la frolla si sono  freddati li rimuovo con estrema attenzione e li metto su un vassoio in fila eh… con l’ausilio della sacca a poche riempo i cestini con la crema.

img_1501

Una volta riempito tutti i cestini inizio a preparare la gelatina in fogli come indicato dalla confezione ( io mi trovo molto bene con quella Pane e Angeli), e tagliare la frutta che si desidera mettere come guarnizione, io ho scelto la fragola.

Adagiare la frutta sopra alla crema come indicato nella foto.

img_1504

Come ultimo passaggio non rimare che cospargere la gelatina e lasciar raffreddare.

img_1503

Vi garantisco che vengono buonissimi come o se non meglio della pasticceria, sicuramente non è una ricetta rapida ma il risultato merita la fatica; inoltre potete dare libertà alla fantasia con il decoro.

Spero che l’articolo vi possa essere piaciuto, lasciatemi un commento se vi và o avete qualche consiglio da darmi eh… al prossimo appuntamento.

Ciaoooooo

 

MERINGATA ALL’AMARETTO 

Ciao e ben trovati,

nuovo articolo e nuova rubrica… ebbene si ho pensato di mettere alcune ricette di cucina, spero vi possano piacere ..oggi vi illustrerò la mia meringata all’amaretto interamente fatta in casa.

Partiamo con le meringhe…

INGREDIENTI

  • 300 gr di albume;
  • 680 gr di zucchero;
  • succo di limone

Mettere solo gli albumi (di uova tenute a temperatura ambiente) nella planetaria (POTETE ANCHE TRANQUILLAMENTE MONTARE IL TUTTO CON IL BIMBY MA LA PLANATARIA A MIO AVVISO INCAMERA MOLTO BENE L’ARIA E MONTA L’IMPOSSIBILE) e azionare la frusta a velocità media e incorporare pian piano metà dello zucchero richiesto con alcune gocce di limone.

Una volta montato il composto dovrà essere bello lucido e compatto eh… solo a questo punto vanno versati pian piano i restanti grammi di zucchero (sempre con la planetaria in funzione).

Trasferire il composto ottenuto in una sac-a-phoce e formare gli stampi della forma che desiderate (essendo una torta tonda ho effettuato due basi ). In questo caso io ho effettuato due tipi di impasto e ho creato anche delle piccole meringhe per la decorazione.
Mettere poi le basi preparate in forno ventilato per 80° per 2 ore circa. Se vi può essere utile … metto anche un pezzo di stagnola piegato all’apertura del forno in maniera tale che incorpori umidità da fuori; questo non garantisce la chiusura ermetica del forno.

Una volta cucinato le basi si passa alla preparazione del semifreddo all’amaretto.

SEMIFREDDO ALL’AMARETTO

Ingredienti:

  • 3 uova;
  • 150 gr di amaretti ;
  • 200 ml di panna;
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 150 gr meringhe

Montare le uova con lo zucchero e unire i 150 gr di amaretto precedentemente sbriciolati.

Montare la panna e gli albumi separatamente e unire il tutto con la precedente crema e le meringhe fatte a pezzetti ( grossolani a me piace che si senta la consistenza della meringa)

Inserire il composto sulla base della meringa precedentemente cotta in forno e livellare fino a darle la forma di una bella torta.

Mettere in congelatore per 3 ore, e guarnire dando libertà alla fantasia con le meringhe.

Come potete vedere dalla foto, questo è il risultato finale.

Ne verrà fuori una torta spettacolare e delicata, spero che la ricetta possa essere di spunto e vi piaccia, lasciatemi un commento se avete consigli a riguardo.

Proverò anche a farla con le fragole, rimanete sintonizzati … eh alla prossima puntata.

Dafne